mercoledì 18 marzo 2009

Rita Levi Montalcini, quasi 100 anni di successo!



.

.Rita Levi Montalcini nasce a Torino il 22 Aprile 1909. Alle porte del suo primo secolo di vita possiamo tracciare una vita costellata di successi e intuizioni geniali.

Nasce già studiosa e dall’età di venti anni inizia a studiare il sistema nervoso, studio che continuerà per tutta la sua vita, eccetto che per il periodo della guerra.

Nel 1938, in quanto ebrea fu costretta a emigrare in belgio dove continuò i suoi studi in un laboratorio casalingo, cosa che continua a fare dopo l’invasione nel Belgio da parte dei Tedeschi, dopo che torna a Torino.

Qui Rita Levi Montalcini inizia a studiare lo sviluppo nel sistema nervoso nei polli.

Sono sicuro che quando è stata costretta a emigrare e costretta a continuare i suoi esperimenti in una casa lei non ha mai perso di vista il suo obiettivo, quello di capire a fondo il funzionamento del cervello, fino ad arrivare alla scoperta del Fattore di Crescita Nervoso, detto anche NFG, scoperta che le è valso il nobel per la medicina.

Ho preso spunto per questo articolo dal primo numero italiano di Wired, storica rivista fondato in america, guarda caso, da un italiano.

L’articolo dedicato a Rita Levi Montalcini parla della sua fondazione EBRI (European Brain Research Institute), l’ultima delle sue numerosissime iniziative dedicate alla ricerca nel campo delle neuroscienze. Un caso curioso vede la Lega Nord che ha proposto un emendamento alla legge finanziaria per eliminare gli stanziamenti ad hoc per la fondazione EBRI. Visto l’implicazione di Rita Levi Montalcini, quale senatrice a vita, nell’ambiente politico è allora intervenuta in Aula, per motivare la sua non partecipazione alla votazione dell’emendamento della Lega per "conflitto d’interesse", con le seguenti parole: "Signor Presidente, io non voterò, ma ringrazio molto quanti si rendono conto dell’attività svolta dall’istituto EBRI per la scienza italiana. Sono veramente molto grata a tutti coloro che si rendono conto di quanto stiamo facendo per la scienza, che mai è stata così utilmente portata avanti. Grazie infinite". L’emendamento della Lega Nord è stato in seguito respinto a larghissima maggioranza con 173 voti contrari, 57 astenuti e 75 voti a favore.

Cosa possiamo imparare dalla vita di Rita Levi Montalcini? Come ho già detto questa grande donna, nonostante le difficoltà, non ha mai perso di vista il suo scopo, quello di aiutare gli altri. Sebbene con quasi 100 anni di vita alle spalle il suo scopo è rimasto inalterato.

Quasi dimenticavo : ecco la frase che mi ha convinto ad acquistare il primo numero di Wired : Alla domanda "Come si vive a 100 anni?" lei risponde "Il Corpo faccia quello che vuole, io sono la mente".

 leggi anke
http://cipiri7.blogspot.it/2009/04/auguri-rita-levi-montalcini-18-04-2009.html

.
.
.. .

2 commenti:

  1. magari avere la sua testa! anche solo un pezzettino....
    Vieni a visitare il mio blog
    www.artifatte.blogspot.com
    A presto, Alessandra

    RispondiElimina
  2. magari avere la sua testa! anche solo un pezzettino....
    Vieni a visitare il mio blog
    http://artifatte.blogspot.com
    A presto, Alessandra

    RispondiElimina

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : www.cipiri.com

Post più popolari