loading...

giovedì 19 marzo 2015

Eclissi di Sole : 20 marzo 2015



In alto l'eclissi totale si Sole del 1992; in basso l'ombra della Luna sulla Terra fotografata dalla stazione spaziale Mir durante l'eclissi totale di Sole del 1999 (fonte: NASA)




Sarà il 'Sole nero' a salutare l'arrivo della primavera il prossimo venerdì 20 marzo, giorno dell'equinozio. Grazie alla complicità della terza super Luna del 2015, l'eclisse sarà totale per i fortunati che potranno ammirarla dall'Atlantico settentrionale, dalle Isole Faeroer e dalle Isole Svalbard; nel resto d'Europa, Italia compresa, l'eclisse sarà parziale, ma superiore al 50%. Lo spettacolo sarà alla portata di tutti: sì a fotocamere, telescopi e binocoli, purchè dotati degli appositi filtri a protezione della vista.

Proprio come un bel film, l'eclisse durerà all'incirca un paio d'ore, dalle 9:20 alle 11:30. Gli esperti dell'Unione astrofili italiani (Uai) ricordano che il clou si avrà alle 10:32 a Milano, alle 10:31 a Roma e alle 10:26 a Palermo. La copertura del disco solare varierà da un minimo del 50% nel sud Italia ad oltre il 70% al Nord.
Per chi volesse alzare lo sguardo al cielo, la raccomandazione è quella di non farlo mai ad occhio nudo: meglio munirsi di un paio di occhiali da saldatore con indice di protezione numero 14, oppure di occhialini che usano materiali (mylar o astrosolar) in grado di proteggere la vista. La stessa raccomandazione vale anche per chi ha intenzione di usare binocoli e telescopi. L'eclisse sarà un'occasione per chi desiderasse fotografare il disco solare: dopo aver coperto l'obiettivo con il filtro più adeguato, potrà impostare la più grande lunghezza focale possibile, usando alte velocità di scatto per evitare foto mosse.

Eventi in tutta Italia per l'eclissi del 20 marzo
Grande mobilitazione per l'attesa eclissi di Sole del 20 marzo: dalle decine di Sun Party organizzati dall'Unione Astrofili Italiani (Uai) fino ai mini-satelliti Proba mobilitati dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa) per seguire l'evento dallo spazio. In diretta web sul sito di ANSA Scienza e Tecnica sarà possibile seguire le immagini trasmesse in diretta dal Virtual Telescope dal parco dell'Appia Antica.

Il 'bacio' tra Sole e Luna inizierà alle 10,31 a Roma, pochi secondi dopo anche a Milano, e durerà complessivamente un'ora. Dal Nord Italia si potrà vedere la Luna coprire più del 70% del disco solare, dal Sud circa il 50%, mentre sarà totale solo dalle remote isole Svalbard. Saranno decine gli eventi organizzati in tutta Italia per seguire lo spettacolo in compagnia di astrofili 'armati' di telescopi e in completa sicurezza. La Uai organizza Sun Party dalla Sicilia al Piemonte, la lista completa è sul sito web della rete astrofili, mentre il canale ANSA Scienza e Tecnica trasmetterà le immagini del Virtual Telescope dal suggestivo parco dell'Appia Antica. Anche l'Esa punterà gli 'occhi' al Sole con i minisatelliti Proba che riprenderanno l'eclissi da 800 chilometri di altezza. Le immagini verranno trasmesse a Terra nella sede di Noordwijk nei Paesi Bassi che rimarrà aperta al pubblico.

La più importante per l’Europa dopo quella del 1999. Il fenomeno interesserà anche l’Italia, sebbene l’oscurità sarà solo parziale.

Astroamatori e appassionati di tutta Italia segnatevi sull’agenda il 20 Marzo perché l’evento astronomico più spettacolare del 2015 è alle porte: nel giorno dell’equinozio di primavera, potremo assistere a un’eclissi solare, con la luna che si frapporrà tra Sole e Terra. Un avvenimento assolutamente da non perdere, anche perché la prossima eclissi visibile dal nostro paese avverrà soltanto nel 2026. L’oscuramento del sole comincerà alle 9.25 ma vivrà i suoi momenti culminanti tra le 10.29 e le 10.37 a seconda della località italiana in cui si osserverà.

Sarà totale per i fortunati abitanti delle isole Fær Øer e Svalbard, parziale per il resto d’Europa, Islanda, Africa settentrionale e Asia settentrionale: in Italia la copertura del Sole varierà tra il 40 e il 70% in base alla latitudine. Il Nord sarà quello coperto maggiormente: a Torino sarà coperto il 65,5% del sole, ad Aosta il 67,3%. A Milano si arriverà al 64,9%, a Roma al 53,8%, mentre Siracusa solo il  39,7%. L’evento spiegano gli scienziati fa parte della cosiddetta ‘famiglia Saros’, le cui eclissi avvengono a distanza di quasi 19 anni l’una dall’altra.

Un fenomeno, meteo permettendo, che merita di essere visto ma con qualche importante raccomandazione: durante l’evento è fondamentale non osservare direttamente il Sole, né a occhio nudo, né con binocoli o telescopi poiché il rischio è quello di danneggiarsi in modo serio la retina, per cui conviene indossare gli appositi occhialini certificati per eclissi che si possono trovare nei negozi di ottica.

Le migliori osservazioni si possono fare con i telescopi dell’osservatorio più vicino a casa oppure collegandosi con il sito del Virtualtelescope.com che trasmetterà in diretta streaming.

Ecco gli orari di avvistamento:
9.16 a Cagliari
9.23 a Roma
9.24 a Milano
9.25 a Napoli
9.30 a Lecce e Trieste




Sam, la donna italiana più popolare all'estero
.
.

L'astronauta ESA Samantha Cristoforetti, attualmente sulla Stazione Spaziale Internazionale per la missione Futura dell'Agenzia Spaziale Italiana, ci mostra come funziona la "palestra spaziale" iniziando da ARED, l'Advanced Resistive Exercise Device.


Samantha Cristoforetti è la donna che rappresenta più il nostro paese all'estero,
 batte Monica Bellucci.




ITALIA VISTA DALLO SPAZIO
GRAZIE A
 Samantha Cristoforetti




Sulla Stazione Spaziale, intanto, Sam è più indaffarata che mai. Dopo le passeggiate spaziali dei giorni scorsi si avvicina l'avvicendamento degli equipaggi. “Mi dispiace per questa lunga assenza ma è stato un periodo 'busy'”, ha scritto sul suo blog l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Dopo aver assistito i suoi compagni impegnati in lavori all'esterno della Stazione Spaziale, Samantha è tornata a scrivere sul blog per raccontare il proseguimento di Futura, la seconda missione di lunga durata dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Si avvicina ora il momento della fine della Expedition 42, con il rientro a casa la prossima settimana degli astronauti Barry Wilmore, Aleksandr Samokutyayev ed Elena Serova. Sulla stazione orbitale resteranno con Sam Anton Shkaplerov e Terry Virts, fino a quando non saranno raggiunti a fine marzo dal nuovo equipaggio.

Doppio spettacolo con l'eclissi vista dallo spazio
astroSamantha pronta a immortalare il doppio spettacolo che vedrà dallo spazio durante il 'Sole Nero': l'eclissi mozzafiato e l'ombra della Luna proiettata sul nostro pianeta.
Dallo spazio Sam avrà infatti l'occasione unica di vedere questo altro evento spettacolare, come è già accaduto nel 1999 dalla stazione spaziale russa Mir.

Inoltre, se sulla Terra bisognerà sperare che il tempo sia buono, per Sam e i suoi colleghi sulla Stazione Spaziale il problema non si pone: dallo spazio lo spettacolo è assicurato.

Vista dalla stazione orbitale, infatti, l'eclissi sarà parziale al 96%, la Luna comincerà a coprire il disco del Sole a partire dalle 8,51 (ora italiana) fino alle 9,12.

L'astronauta italiana dell'Agenzia Spaziale Europea sarà al lavoro durante il 'Sole Nero' ma se tutto procederà secondo il programma, tra una sessione di lavoro e l'altra l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) dovrebbe trovare il tempo per prendere fotografare l'eclissi dalla Cupola, la grande finestra della Stazione Spaziale.

Impegnata nella missione Futura dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), durante l'eclissi Sam lavorerà all'esperimento Triplelux, che si occupa di capire come le cellule del sistema immunitario si adattino alla microgravità. Durante questa sessione l'astronauta italiana dovrà inserire le cellule in una centrifuga per 90 minuti e poi riposizionarle nel freezer della Stazione per permettere poi l'analisi sulla Terra.

Le altre eclissi parziali, che si sono viste negli ultimi anni del nostro Paese, sono quelle del gennaio 2011 e dell'agosto 1999. ''Attenzione però -  un'eclissi del genere non può essere osservata a occhio nudo o con dei normali occhiali da sole. Bisogna dotarsi o di occhialini specifici, acquistabili a poco prezzo nei negozi di materiale astronomico, o guardarla attraverso la proiezione indiretta di un telescopio, dotato di appositi filtri. Diversamente si rischiano seri danni alla retina''. Chi invece volesse godersi lo spettacolo di un'eclissi totale dovrà raggiungere le isole Svalbard o Faroer, ma pare che già da settembre non ci sia più un posto letto libero.

.



.
FAI VOLARE LA FANTASIA

NON FARTI RUBARE IL TEMPO
I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO
IL TUO FUTURO E' ADESSO . 

se vuoi puoi provare la nostra
APP GRATUITA

http://www.mundimago.org/le_imago.html

del sito

http://www.mundimago.org/


PREVISIONI 2015



.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : www.cipiri.com

loading...

Post più popolari